13 novembre 2012
Scuola e Sanità, ok in Commissione Bilancio alle modifiche chieste da Paola De Micheli
13 novembre 2012
letti d'ospedale
Le richieste di riequilibrio della legge di stabilità promosse dalla parlamentare piacentina hanno trovato una prima risposta in Commissione Bilancio della Camera su due temi cruciali, la scuola e la sanità.

Scuola, De Micheli (Pd): "Trovate le risorse in Commissione Bilancio, nessun aumento all'orario dei docenti"


"La Commissione Bilancio della Camera ha approvato l'emendamento del Governo che, con tagli mirati compensativi, reintroduce le 18 ore settimanali per gli insegnanti". Lo annuncia la parlamentare piacentina del Pd Paola De Micheli, componente della Commissione, che ha lavorato insieme al suo gruppo per raggiungere l'obiettivo. "Si tratta di un risultato di grande rilievo - afferma - perchè va nella direzione auspicata dal mondo della scuola, anche quello piacentino incontrato il 29 ottobre scorso. Fin dall'annuncio del Governo di voler intervenire a costo zero sull'orario degli insegnanti, Pierluigi Bersani e tutto il Pd avevano preso un impegno preciso per cambiare il provvedimento, perchè il sistema dell'istruzione pubblica non venisse penalizzato. Ora possiamo affermare che l'impegno è stato onorato".
Secondo l'emendamento approvato, 1,8 milioni di tagli arriverebbe dai distacchi e comandi del personale docente presso il ministero e gli altri enti pubblici; 20 milioni arriverebbero dai bandi First-Prin; 30 milioni arriverebbero dal bando 'Smart city del centro-nord'; 47,5 milioni dal fondo Mof, senza pero' pregiudicare i servizi previsti di formazione. Un totale di 99,3 milioni ai quali si aggiungera' la somma mancante per arrivare ai 182,9 milioni prelevando risorse da un fondo alimentato con gli accantonamenti annuali per la scuola.

“Razionalizzazione spesa sanitaria, più autonomia alle Regioni”. Ok all’emendamento De Micheli (Pd)

Era una delle proposte di modifiche alla legge di stabilità che la parlamentare piacentina del Partito Democratico Paola De Micheli si era impegnata a promuovere: ora è giunto il via libera dalla Commissione Bilancio della Camera a un emendamento, riformulato dai relatori, che contiene tale proposta. “Dopo gli importanti risultati conseguiti sul fronte della scuola,- sottolinea la De Micheli – il lavoro parlamentare del Pd per riequilibrare la manovra del governo Monti prosegue senza sosta nelle commissioni. La modifica approvata riguarda il delicato tema della razionalizzazione e riduzione dei costi nella sanità e la concessione alle Regioni della possibilità di conseguire gli obiettivi di revisione della spesa attraverso misure alternative alla riduzione del 10 per cento degli importi e delle prestazioni dei contratti di appalto, relativi alla fornitura di beni e servizi sanitari, come previsto in un primo tempo dalla norma”.
“Si tratta – puntualizza la parlamentare del Pd – di una misura concepita secondo una logica federalista, che va nella direzione di conferire una maggiore autonomia delle singole Regioni, che potranno fare economie e risparmi – secondo quanto prescrive la legge – con maggiore discrezionalità, garantendo la tutela dei servizi assistenziali e delle prestazioni fondamentali”. “Come ha più volte sottolineato – conclude – il segretario del Pd Pierluigi Bersani, la razionalizzazione dei costi nel sistema sanitario si può compiere a patto di porre grande attenzione alla salvaguardia degli standard e della qualità dei servizi, ed è esattamente quello che stiamo facendo in questi frangenti del lavoro parlamentare”.

Agenda
Nessun appuntamento in programma