22 novembre 2012
50 milioni per il diritto allo studio. Ok all’emendamento Ghizzoni-De Micheli
22 novembre 2012
scuola
Cinquanta milioni per il diritto allo studio nella manovra grazie all’emendamento di Paola De Micheli (Pd) e Manuela Ghizzoni (Pd)

Cinquanta milioni da destinare al diritto allo studio ed in particolare per finanziare borse di studio ai giovani meritevoli su tutto il territorio nazionale. "Se la manovra economica in corso di approvazione alla Camera è un po’ più equa e più attenta alle giovani generazioni è anche merito del lavoro talvolta oscuro ma prezioso compiuto dal Partito Democratico: ne è la dimostrazione l’emendamento che ho promosso insieme alla collega Manuela Ghizzoni, prima firmataria, e che ha consentito di dirottare una cospicua dote di risorse al nostro sistema scolastico.

Si tratta di un prelievo di 50 milioni dall’ex fondo di riserva presso la Presidenza del Consiglio che serviranno a finanziare borse di studio. Come ha ricordato il segretario del Pd Pierluigi Bersani abbiamo ottenuto che altri 300 milioni fossero destinati al fondo sociale per gli incapienti, mentre altri 200 milioni, sempre provenienti dallo stessa fonte, fossero destinati al fondo per la non autosufficienza, finalmente rifinanziato dopo il suo prosciugamento disposto dal governo Berlusconi.

La scuola e il sistema della formazione sono fondamentali per la promozione sociale e per ridare slancio alla crescita non solo economica, ma anche morale e civile del nostro paese. Per questo non possiamo che evidenziare la rilevanza del risultato ottenuto grazie al nostro emendamento, che inverte una tendenza di progressivo impoverimento delle risorse a disposizione del sistema scolastico".
Agenda
Nessun appuntamento in programma